Tisana agli aghi di abete contro la tosse e il raffreddore

    Tisana agli aghi di abete contro la tosse e il raffreddore

    Tisana agli aghi di abete contro la tosse e il raffreddore

    La tisana agli aghi di abete può essere una valida alleata contro le principali malattie da raffreddamento che ci colpiscono durante la stagione invernale. L’abete è un genere che comprendere circa 50 specie di conifere sempreverdi e appartenenti alla famiglia delle Pinaceae. L’abete bianco, specie più diffusa in Italia, si trova e cresce anche in Nord America, Asia, Africa settentrionale e nel resto d’Europa. I suoi aghi possiedono numerose proprietà che possono essere sfruttate a beneficio soprattutto dell’apparato respiratorio. Ecco dunque tutte le caratteristiche di questa bevanda agli aghi di abete, le proprietà e i benefici.

    Tisana agli aghi di abete per la tosse e il raffreddore

    Tisana agli aghi di abete: proprietà

    Questa bevanda possiede numerose proprietà utili per il nostro organismo e in particolare per l’apparato respiratorio. Tra quelle più utili si annoverano le proprietà antinfiammatorie, espettoranti, calmanti e balsamiche. Questa tisana, inoltre, contiene molta vitamina C che dona ulteriori proprietà benefiche e stimola la risposta immunitaria, prevenendo le principali malattie da raffreddamento come tosse, mal di gola, febbre, influenza e congestione nasale. Contiene anche beta-carotene e sali minerali che aiutano l’organismo a depurarsi e a eliminare le sostanze nocive e in eccesso.

    Tisana agli aghi di abete: benefici

    Grazie alle sue numerose proprietà, questo tipo di tisana o infuso risulta molto utile nel combattere le principali affezioni del cavo orale. Le sue proprietà balsamiche, antinfiammatorie ed espettoranti aiutano i polmoni a liberarsi dal catarro e attenuano le infiammazioni del cavo orale con conseguente insorgenza di tossa grasse e secca. Favoriscono il decorso positivo del mal di gola e dell’influenza anche grazie all’alto contenuto di vitamina C e aiutano a depurare l’organismo, in particolare il fegato e i reni, dalle sostanze nocive.

    Due tipi di tisana: giovane e matura

    È possibile preparare due tipologie di tisana a base di aghi di abete a seconda del periodo nel quale si andranno a raccogliere le foglie puntiformi di questi straordinari alberi sempreverdi. Quando si utilizzano gli aghi raccolti in primavera, quelli più giovani, è possibile preparare una tisana dal colore giallo chiaro e dal lieve gusto agrumato di limone. Se si decide di utilizzare aghi più maturi, invece, raccolti per lo più durante la stagione invernale, la tisana che si andrà a preparare avrà un sapore più deciso e amaro. Prima di utilizzare gli aghi bisogna ricordarsi di lavarli bene una volta staccati dal ramo. Non vi sono particolari controindicazioni, ma si sconsiglia l’utilizzo durante la gravidanza. Per ogni dubbio è consigliabile consultare un medico.

    * Il contenuto riportato è di carattere orientativo a fini informativi: non sostituisce diagnosi e trattamenti medici. Non deve essere utilizzato per prendere decisioni in merito ad assunzione o sospensione di terapie farmacologiche e non può sostituire il parere di un professionista afferente a qualsiasi disciplina medico scientifica autorizzata.