Crema antirughe efficace: un toccasana contro i segni del tempo

    Crema antirughe efficace: un toccasana contro i segni del tempo

    Crema antirughe efficace: quando iniziare a usarla e perché

    Il nostro viso è la parte del corpo sulla quale compaiono per primi i segni del tempo, perché esposto continuamente a fattori ambientali come l’inquinamento e i raggi UV. Ad accelerare o meno il processo, entrano in gioco però anche altri elementi che variano da persona a persona, come la tipologia della pelle e la predisposizione genetica. Utilizzare una crema antirughe efficace può aiutare a rallentare il processo di invecchiamento del viso e ringiovanirlo. Tuttavia, ottenere risultati visibili è possibile solo scegliendo un prodotto di qualità e adatto alla tipologia di pelle specifica sulla quale vogliamo agire. Per i segni del tempo non esiste un’età precisa, ma indicativamente la loro formazione avviene tra i 25 e i 38 anni, a partire dalle rughe intorno agli occhi, agli angoli della bocca o sulla fronte. Alcune donne, quindi, dovrebbero iniziare a utilizzare una crema antirughe fin dai 22 anni, per ritardare il processo e mantenere il più a lungo possibile la pelle giovane ed elastica, mentre altre possono aspettare fino ai 30 senza preoccuparsene.  

    Crema antirughe efficace: quale scegliere

    Come districarsi tra le tante offerte del mondo della cosmesi, che pubblicizzano creme miracolose pronte a donarci l’eterna giovinezza? In primo luogo, una crema antiage di qualità deve essere capace di esercitare sulla pelle del nostro viso diverse azioni specifiche, in grado di prevenire e contrastare i segni del tempo. L’idratazione è il primo requisito fondamentale, poiché aiuta la pelle a rimanere giovane. È importante quindi che il viso sia sempre ben idratato e si deve prestare maggiore attenzione a questo fattore durante l’inverno, quando il clima rigido tende a rendere secca la pelle. Inoltre, una crema antietà che si rispetti deve contenere una totalità di ingredienti detti “attivi”, che agiscono insieme per arrivare al risultato finale. Tra questi abbiamo, ad esempio, il collagene e l’acido ialuronico. Alcune creme presentano poi elementi particolari. È il caso di Vitaldermax, che potete trovare su cremaantirughetop.it. Tra le altre sostanze, infatti, contiene DNA di salmone e centella asiatica. La prima contrasta il peggioramento delle rughe, mentre la seconda aiuta la produzione naturale di collagene ed elastina.

    Crema antirughe efficace: saper leggere l’etichetta

    Non sono in molti a leggerla, ma l’etichetta delle creme antirughe riporta alcune informazioni da non trascurare, che ne indicano il corretto utilizzo. Primo fra tutti, è bene tenere sempre sotto controllo il Pao, ovvero il periodo dopo l’apertura, identificato dal simbolo di un barattolino aperto. Passati i mesi indicati a partire dall’apertura del prodotto, infatti, quest’ultimo è da considerarsi scaduto e può iniziare a subire variazioni in odore, colore e consistenza. La lista degli ingredienti, chiamato in gergo ‘INCI’, presenta l’elenco di sostanze utilizzate in ordine decrescente, a partire quindi da quella contenuta in maggior quantità. Il simbolo delle avvertenze è rappresentato da un foglio aperto con una mano che ne segue le indicazioni e viene aggiunto quando alcune informazioni importanti non sono presenti sull’imballaggio esterno. Infine, i simboli come le frecce doppie o triple, si riferiscono alle modalità di smaltimento, imballaggio e riciclo. Per le eventuali controindicazioni, invece, è sempre consigliato leggere il foglio illustrativo.