Acido lattico e dolori: i migliori rimedi naturali per farli passare

    Acido lattico e dolori: i migliori rimedi naturali per farli passare

    Acido lattico e dolori: i migliori rimedi naturali per farli passare

    L’acido lattico ci blocca i muscoli con dolori acuti (soprattutto dopo uno sforzo fisico prolungato che ha messo in movimento muscoli che solitamente non utilizziamo) e il nostro unico pensiero è quello di farli passare, smaltendolo il più rapidamente possibile.

    L’acido lattico (o lattato), pur essendo un composto tossico per le nostre cellule non è niente di grave ovviamente, ma è un problema fastidioso, soprattutto quando riguarda muscoli degli addominali, delle gambe o delle braccia… Avete presente la mattina dopo il primo giorno di palestra? Anche alzarsi dal letto diventa un’impresa e una sofferenza…

    Di solito si suol dire che quando si avvertono dolori dovuti alla presenza di acido lattico, la miglior cosa, anche se apparentemente potrebbe non sembrare, è quella di muoversi il più possibile, in modo da “scioglierlo” e da rimetterlo in circolazione… Ma che cosa vuol dire esattamente?

    Acido lattico: cos’è

    L’acido lattico viene prodotto nel nostro organismo tutti i giorni e anche quello in eccesso (tossine) può essere riconvertito in glucosio grazie ad una specifica funzione del fegato (denominata “Ciclo di Cori”).

    Ma una persona sotto sforzo fisico intenso può produrre anche il 20% in più di acido lattico, che l’organismo non ce la fa più a smaltire, e dunque rimane in circolo provocando i classici sintomi dolorosi post attività fisica (nb: a pari intensità di esercizio, la quantità di acido lattico prodotta è inversamente proporzionale al grado di allenamento del soggetto).

    Gli atleti eseguono specifici allenamenti per abituare i propri muscoli a lavorare anche in presenza di acido lattico e che poi riescono a smaltire in alcune ore. Nelle persone non allenate, invece, ciò non avviene, e l’acido lattico persiste in circolazione per giorni.

    Acido lattico: come smaltirlo con rimedi naturali (e far cessare i dolori)

    Prima cosa da considerare è la prevenzione: attuando un programma graduale di esercizi fisici via via sempre più intensi, abituiamo gradualmente il nostro corpo a lavorare in sua presenza.
    Inoltre è bene ricordare che i dolori non sono soltanto dovuti alla presenza di acido lattico, ma anche per le micro-lesioni che hanno subito i nostri muscoli non allenati durante lo sforzo.

    Ci sono comunque dei rimedi naturali e una specifica alimentazione che possono aiutarci a velocizzare il riassorbimento dell’acido lattico.

    Assumere magnesio e mangiare frutta ricca di potassio

    Importante, per aiutare il nostro organismo a smaltire l’acido lattico, è nutrirsi di frutta ricca di potassio (come banane, albicocche o annona), ma anche di verdura a foglia verde (broccoli, spinaci, cavolo, ecc.), ad esempio bevendo dei centrifugati rimineralizzanti.

    Spinaci e mandorle, ad esempio, sono molto ricche di magnesio, oppure possiamo recarci in erboristeria per acquistare degli appositi integratori naturali.

    Aiutare i muscoli con un bagno caldo e dei massaggi

    Dopo una sessione di sport particolarmente intensa possiamo aiutare i nostri muscoli a smaltire l’acido lattico in eccesso con un bagno caldo.
    Il calore agisce da rilassante e aumenta la circolazione sanguigna nei muscoli. Durante il bagno caldo possiamo anche bere un bicchiere d’acqua in cui abbiamo disciolto un cucchiaino di bicarbonato (alcalinizzante) e auto-massaggiarci i muscoli indolenziti.

    Smaltire l’acido lattico grazie all’assunzione di liquidi

    Altra cosa apparentemente banale da fare, ma utilissima ed efficace, è quella di bere molta acqua, in modo da aiutare il processo di smaltimento dell’acido lattico.
    Durante l’attività fisica abbiamo disperso molto liquidi e il nostro organismo è in fase di disidratazione, che non aiuta i processi del fegato e quelli metabolici. Bere molto riequilibra rapidamente la giusta percentuale d’acqua al nostro interno e tutti i processi organici (soprattutto quelli relativi alla depurazione) funzionano molto meglio.

    Da non sottovalutare anche l’assunzione di tisane disintossicanti, che stimolano l’eliminazione delle scorie.

    I DOMS non sono l’acido lattico

    Infine un video dove viene spiegato cosa sono i DOMS e in che cosa si differiscono dall’acido lattico.