Dieta dei fagiolini: come farla e proprietà benefiche

    Dieta dei fagiolini: come farla e proprietà benefiche

    Dieta dei fagiolini: come farla e proprietà benefiche

    L’obiettivo del dimagrimento veloce è ambizioso, come lo sono un po’ tutte le sfide. Specie quelle che mettono in gioco se stessi, in un labirinto rappresentato dai nostri limiti che però all’uscita nasconde la serenità e la pace con la propria coscienza.

    Le diete fanno sempre un po’ paura, la parola stessa “dieta” è in grado di generare ansia persino a seconda del periodo dell’anno nel quale la si pronuncia: in primavera è identificata come lo spauracchio per eccellenza, quando cioè è abbinata alla prova costume; poi torna alla ribalta con la fine dell’estate, quando l’obbligo (e il mantra) diventa quello di “non lasciarsi andare”, fino ad arrivare alle abbuffate di fine anno che, quasi sempre, lasciano dietro degli strascichi che appesantiscono il fisico.

    Il dimagrimento veloce non è però sempre una chimera, come si propone di dimostrare la “dieta dei fagiolini”. L’obiettivo? Lasciarsi alle spalle nel giro di pochi giorni almeno un paio di chili. La promessa: quello che finirà nel menù sarà assolutamente buono da mangiare.
    Il consiglio, naturalmente, è sempre consultare un nutrizionista o comunque un esperto dietologo per un parere caso per caso.

    Quella dei fagiolini è una dieta di tipo ipocalorico, nella quale il menù consigliato è di assoluta semplicità: in prevalenza sarà di colore verde, poiché prevede di assumere soprattutto verdure e frutta oltre ai legumi.
    I fagiolini, in generale, non hanno delle controindicazioni, ma bisogna sempre e comunque valutare le eventuali sensibilità di ciascun individuo o eventuali intolleranze ed allergie in base ai diversi alimenti.

    Dieta dei fagiolini: un menù verde, dalla colazione agli spuntini

    Dieta dei fagiolini

    Si parte dalla colazione, quando si consiglia di bere un bel bicchiere di latte scremato con un paio di fette biscottate di tipo integrale. Durante la giornata, poi, sarà concesso mangiare una mela o un kiwi come spuntino spezza-fame, sia a metà mattina che nel pomeriggio.
    I fagiolini fanno la loro comparsa a tavola all’ora di pranzo, quando il menù prevede di preparare un’insalata di patate lesse e fagiolini, con una macedonia di frutta a chiudere il pasto. All’ora di cena sarà il turno di un petto di pollo (o pesce) cucinato alla griglia. Per finire, un frutto di stagione.

    Specie in inverno e comunque nei mesi freddi, non risulterà poi un grande sforzo prepararsi una bella tisana calda o un tè verde al momento di andare a letto. Il consiglio per tutta la giornata riguarda l’assunzione di almeno due litri d’acqua, un monitoraggio che si può fare anche tramite app dedicate per smartphone.

    Quanto alle cose da non fare, sicuramente c’è quella di avventurarsi in una simile dieta nel caso si sia affetti da una qualche patologia o se una donna si trova in stato interessante.
    La raccomandazione che è scontata naturalmente riguarda il cibo spazzatura: durante la dieta assolutamente vietato così come le bevande gassate o alcoliche.

    Fagiolini: tutte le proprietà benefiche

    Spesso i fagiolini vengono identificati con il termine “verdura”, quando in realtà sono dei legumi. I fagiolini verdi sono ovviamente i più comuni e si trovano con più facilità in commercio, ma ne esistono anche di colore giallo e viola.
    Quali sono le loro proprietà? Bisogna innanzitutto tenere conto di una questione di tipo nutrizionale ed energetico: i fagiolini sono ricchi di vitamine del gruppo B, ma anche di vitamina C e acido folico. Quanto ai sali minerali presenti, senza dubbio ci sono ferro, silicio, potassio e magnesio.

    Forse non tutti sanno che i fagiolini hanno proprietà benefiche importanti, connesse alla presenza di antiossidanti come il betacarotene e la luteina: assolutamente centrali per la protezione degli occhi e il benessere della pelle.
    In caso di cellulite, è bene sapere che è indicato mangiare i fagiolini per la presenza al loro interno di potassio: consumati con regolarità, si hanno buoni risultati nell’eliminazione della pelle a buccia d’arancia.

    Nei fagiolini c’è poi una presenza importante di calcio e silicio, un toccasana per le ossa che vengono rafforzate. Ma si tratta di minerali utili anche per il benessere del cuoio capelluto e delle unghie.

    Capitolo calorie: i fagiolini sono leggeri e a basso contenuto calorico, basti pensare che per 100 grammi l’apporto all’organismo è pari a 35 calorie all’incirca.

    Per chi ha il pollice verde e preferisce gustare i frutti della terra coltivati autonomamente, la stagione della semina dei fagiolini è la primavera: si raccolgono lungo tutta l’estate e fino all’inizio della stagione autunnale.

    I fagiolini si possono cucinare in moltissimi modi, ma sicuramente farli in insalata insieme ad altri ingredienti come ortaggi freschi e formaggi è uno dei modi in cui gustarli meglio. Ecco 4 idee per ricette di insalate con fagiolini verdi.