Curcuma tintura madre: proprietà, utilizzi e preparazione

    Curcuma tintura madre: proprietà, utilizzi e preparazione

    La tintura madre di curcuma è un potente antiossiodante e antinfiammatorio naturale, rimedio efficace contro le infiammazioni, e svolge altresì la funzione di digestivo. Depura e fluidifica il sangue, liberandolo dai grassi.

    Vi abbiamo già parlato della Curcuma, la spezia gialla dalle molteplici virtù: la curcuma (Curcuma longa) è una pianta che appartiene alla famiglia delle Zingiberaceae, molto usata e apprezzata in India e nella medicina ayurvedica, negli ultimi anni anche scoperta e utilizzata in occidente.

    Dalla curcuma – spezia che si usa solitamente in polvere – si ricava la tintura madre, ricca delle medesime proprietà terapeutiche della pianta e usata prevalentemente per debellare infezioni e batteri, per stimolare il fegato ed abbassare il livello di colesterolo.

    Curcuma, cos’è la tintura madre

    La tintura madre di curcuma è particolarmente indicata per eliminare le infezioni alle vie urinarie, stimolare le funzioni del fegato, che induce a produrre una maggior quantità di bile, e quindi a metabolizzare meglio i grassi ed il colesterolo. Non si dimentichi inoltre il potere curativo della curcuma anche per l’artrite reumatoide.

    I principi attivi della Curcuma sono l’olio essenziale, la curcumina, i polisaccaridi, la vitamina C. E proprio in virtù della curcumina, la tintura madre di curcuma svolge un’azione antiossidante, che diversi studi hanno confermato essere utile per curare malattie come l’Alzhaimer e il Parkinson, in particolare se assunta in unione alla piperina del pepe nero o alle catechine del tè verde.

    La tintura madre è un estratto liquido idroalcolico ricavato da piante medicinali come curcuma, appunto, e arnica, echinacea, calendula, lavanda, ecc. Si tratta di rimedi naturali che fanno parte delle cure omeopatiche, soluzioni spesso utilizzate come base per la preparazione di altri prodotti omeopatici. Da qui il nome di tinture ‘madri’.

    Le tinture madri si possono realizzare usando una pianta secca o fresca; di solito si utilizzano erbe fresche in quanto i loro principi attivi sono più elevati. Una volta raccolta la pianta o l’erba con cui si vuole realizzare la tintura, essa va sminuzzata e fatta macerare in un barattolo di vetro scuro a chiusura ermetica in una soluzione idroalcolica, ovvero composta di alcool e acqua distillata o minerale.

    La tintura madre di Curcuma è reperibile online, più raramente in parafarmacie o nelle erboristerie. Si può tuttavia anche preparare in casa, ecco come: si tratta di una preparazione idroalcolica che si ottiene macerando a freddo la radice essiccata di Curcuma, sminuzzata e conservata in un barattolo scuro a chiusura ermetica in un solvente idroalcolico, composto cioè da alcool e acqua distillata o minerale.

    Tintura madre di Curcuma utilizzi

    La tintura madre di curcuma è ideale per trattare infezioni batteriche o virali; è usata come antinfiammatorio, antispastico, cardio prottetore e coadiuvante nella terapia di regolarizzazione dei grassi e del colesterolo.

    Se impiegata come aperitivo e digestivo prima e dopo i pasti, in genere se ne diluiscono 20 gocce in poca acqua; se usata come anti infiammatorio la dose consigliata è di 40 gocce diluite in poca acqua 2 volte al giorno. In caso di infiammazione delle vie urinarie 20 gocce di tintura madre di curcuma 2 volte al giorno sono efficaci. (Avvertenza: prima di assumerla consultare sempre un medico, soprattutto in caso di gravidanza, allattamento o se si presentano fastidi gastrici o si soffre di problemi legati alla coagulazione del sangue).

    Grazie alle catechine, inoltre, la tintura madre di curcuma svolge un’azione antiossidante e protegge le cellule dai danni ossidativi e i tessuti dall’azione dannosa dei radicali liberi.

    Quando assumere la tintura madre di Curcuma:

    • Come antinfiammatorio è efficace per rinforzare il sistema immunitario, in particolare perché contrasta l’insorgenza di infezioni gastrointestinali;
    • In caso di infezioni batteriche o virali;
    • Funge da antispastico, soprattutto in caso di dolori e spasmi intestinali;
    • E’ un antiossidante, in grado di contrastare i radicali liberi ed esercitare una notevole azione antinvecchiamento;
    • E’ anche un cardio protettore, capace di prevenire l’ipertensione e coagulazione del sangue, ed è quindi anche utile per fluidificare il sangue;
    • Come digestivo e anticarminativo naturale aiuta il fegato a produrre la bile, con conseguente giovamento per il processo digestivo;
    • Aiuta nella terapia di regolarizzazione e metabolizzazione dei grassi e del colesterolo, perché in grado di tenere basso il livello di colesterolo nel sangue.

    Curcuma: prezzo e dove si compra

    La Curcuma si trova nei negozi etnicisupermercati ben forniti, online e nei negozio biologici. La si trova confezionata in sacchetti di plastica, ma anche in portaspezie in vetro. Il suo costo va da 3 a 3,60 euro circa per 100 grammi.

    Anche la radice fresca è ottima se usata in cucina. Si presenta come una radice colore arancio-ocra e si grattugia a crudo sulle pietanze. E’ tuttavia meno reperibile di quella in polvere, e si può acquistare online e nei negozi biologici o etnici. E inoltre possibile coltivarla in casa facilmente, ma in tal caso ricordate di consumarla in un breve arco di tempo giacché perde l’aroma con facilità. Il costo della radice è di circa 2 euro per 50 g.

    La Curcuma si trova anche nella forma di integratore alimentare in pillola, acquistabile in farmacia, parafarmacia ed erboristeria. In questo formato ha un’azione più mirata e un effetto immediato sull’organismo.

    Una confezione di compresse con un buon concentrato di sostanza può costare dai 14 ai 20 euro circa. La tintura madre online si trova facilmente, ma è disponibile anche in erboristerie e parafarmacie ben fornite. Il prezzo va dai 10 ai 17 euro per 50 ml. Esiste inoltre l’olio essenziale commestibile di curcuma che ha proprietà digestive, antiossidanti, depurative, antivirali e antinfiammatorie. Il suo colore è giallo intenso, e se ne possono fare molteplici usi: insieme al miele contro disturbi fermentativi, ma funziona anche come siero anti rughe e anti età; ancora, è ideale per un bagno rivitalizzante e come olio aromatico ed energetico anti stress. Lo si trova online ma anche in erboristeria o nelle parafarmacie più fornite. Il prezzo di 10 ml di olio essenziale puro di curcuma costano circa 18-20 euro.