Come leggere un INCI

    Come leggere un INCI

    INCI

    L’INCI (International Nomenclature of Cosmetics Ingredients) è denominazione di livello internazionale che viene usata per elencare gli ingredienti di un prodotto cosmetico nell’etichetta. E’ obbligatorio dal 1997 ed è chiaramente una tutela del consumatore. Le aziende infatti sono costrette a scrivere la lista per intero la composizione del prodotto che è contenuto all’interno del flacone. La cosa interessante è che gli ingredienti che compongono una ricetta sono messi in ordine di quantità: in cima troveremo quindi l’ingrediente più presente dentro una ricetta e all’ultimo invece quello meno presente. Insomma come hai visto non è proprio semplice da leggere, ma proprio perché rappresenta una tutela del consumatore, questo articolo ha lo scopo di mettere un po’ di chiarezza.

    Come leggere un INCI

    Prima di tutto l’INCI lo troviamo sulla confezione del prodotto e anche all’interno del foglietto illustrativo qualora sia previsto. Anche se un prodotto si trova online deve mostrare l’INCI al cliente che acquista, pena accusa di frode in commercio. Diffidate quindi delle aziende che vengono online e non presentano l’INCI al cliente virtuale.

    Essendo una nomenclatura internazionale l’INCI non può prevedere l’utilizzo di una lingua piuttosto che di un’altra ecco perché molte parole ad esempio sono in latino. Nel caso delle piante questo aiuta a risalire al nome botanico della pianta individuando quindi con esattezza la specie utilizzata nella ricetta. Nel caso dei coloranti si usano invece i codici internazionale del colour index sempre per rispettare la pretesa universalità dell’etichetta. Alcuni ingredienti sono contrassegnati da alcuni segni come l’asterisco. In questo caso non siamo in presenza di un prodotto congelato (come si potrebbe pensare), ma in presenza di un prodotto biologico. Comunque sempre nell’etichetta è presente una legenda che spiega il significato dei vari segni presenti sui nomi degli ingredienti.

    L’INCI inoltre deve essere dall’alto verso il basso per capire quali sono gli ingredienti più presenti e quali i meno presenti, come abbiamo detto all’inizio infatti sono disposti in ordine di quantità presente all’interno del cosmetico.

    Una precisazione: non sono considerati ingredienti eventuali impurità contenuto all’interno degli ingredienti che vengono utilizzati come materia prima nella produzione dei cosmetici. Quindi se partiamo da materie prime di valore e pure otterremo un composto molto simili a quello che racconta l’etichetta, invece se partiamo da materie prime di scarsa qualità le impurità potrebbero influenzare il prodotto finito.

    Le app per leggere l’INCI

    Come hai potuto vedere non è semplice leggere questo tipo di etichetta: non siamo infatti tutti dei botanici che sanno quali siano le piante elencate e sicuramente non conosciamo sempre quelle che sono delle sostanze che potrebbero essere nocive per la nostra salute. Ecco perché sono nate delle applicazioni apposite con lo scopo di aiutare il consumatore a leggere correttamente un INCI. In questo articolo ti parleremo di Biotiful un’app che possiede un database enorme di prodotti e ti permette quindi di sapere in tempo reale la composizione di un prodotto cosmetico.

    Speriamo che questo articolo ti sia piaciuto e ti sia stato utile, adesso sai cos’è un INCI e come si legge correttamente.