Foglie di olivo: proprietà, benefici e controindicazioni

    Foglie di olivo: proprietà, benefici e controindicazioni

    Foglie di olivo: proprietà, benefici e controindicazioni

    Le foglie di olivo possiedono molte proprietà, anche terapeutiche, in grado di donare diversi benefici al nostro organismo. L’olivo, chiamato anche ulivo, è una pianta dalle origini orientali e viene coltivata nel bacino mediterraneo, in paesi come Spagna, Italia, Tunisia, Marocco, Grecia e Turchia. Raggiunge la piena maturità verso i 50 anni ed è un vegetale molto longevo, in grado di durare anche migliaia di anni se le condizioni climatiche sono molto favorevoli. L’olio estratto dai frutti, le olive, viene utilizzano sia in cucina che nella cosmesi in quanto ricco di vitamina E, sali minerali e micronutrienti. Ecco tutte le caratteristiche delle sue foglie e le possibili controindicazioni.

    Foglie di olivo caratteristiche proprieta ed effetti collaterali

    Le proprietà delle foglie di olivo

    Secondo le ultime ricerche universitarie, le foglie di questa pianta possiedono numerosi benefici per il nostro organismo. Negli ultimi anni, infatti, vengono sempre più utilizzate per curare diversi disturbi e regolarizzarne altri. Tra le proprietà benefiche si annoverano quelle antiossidanti, depurative, immunostimolanti, diuretiche, ipoglicemizzanti, colesterolitiche. Inoltre sono ricche di flavonoidi, polifenoli, vitamina E e sali minerali. Tra le altre proprietà molto utili durante stagione invernale, invece, si segnalano quelle antibatteriche, antivirali, antisettiche e antimicotiche. Per questo le foglie sono molto utili contro le malattie da raffreddamento.

    I benefici delle foglie di olivo

    Per via delle loro numerose proprietà, le foglie di olivo possono essere impiegate per depurare l’organismo, soprattutto il fegato e i reni. I preparati, infatti, favoriscono l’eliminazione degli acidi urici, dei grassi, degli zuccheri in eccesso. Le proprietà antiossidanti, invece, contrastano l’invecchiamento cellulare e l’azione dei radicali liberi. Le foglie della pianta sono anche in grado di sostenere il cuore nel suo lavoro e hanno proprietà cardioprotettive, aumentano l’elasticità delle arterie favorendo una regolare circolazione sanguigna. L’oleuropeina, contenuta nelle foglie dell’olivo, è una sostanza capace di stimolare le difese immunitarie, svolgendo quindi anche un’azione antivirale. L’infuso, infatti, è molto indicato contro i malanni invernali, come tosse, mal di gola, febbre, influenza e congestione nasale. Infine, possono abbassare il colesterolo cattivo nel sangue, alzando al contempo i livelli di quello buono.

    Controindicazioni e possibili effetti collaterali

    Rispetto a molti altri arbusti e piante, l’olivo non ha particolari controindicazioni per l’organismo. Non ha effetti collaterali e non sono state documentate reazioni avverse durante la sua assunzione. Come tutti gli alimenti e le tisane, ovviamente, bisogna consumarlo con parsimonia. In ogni caso, per non avere dubbi sul suo utilizzo, si consiglia di consultare uno specialista o un medico.