Lupini: proprietà benefiche di un legume poco utilizzato

    Lupini: proprietà benefiche di un legume poco utilizzato

    Lupini: proprietà benefiche di un legume poco utilizzato

    I lupini, questi sconosciuti! In effetti, tra tutti legumi che mettiamo sulla nostra tavola, i lupini sono certamente quelli che utilizziamo di meno (o addirittura non utilizziamo affatto).

    Questo è l’elenco completo dei legumi che la natura ci offre:

    • Arachidi
    • Ceci
    • Fagioli
    • Fagiolini
    • Fave
    • Carrube
    • Lenticchie
    • Lupini
    • Piselli
    • Soia
    • Taccole

    I legumi rappresentano una famiglia di alimenti dalle elevate qualità nutritive e benefiche difficilmente sostituibili, e danno il meglio di loro, per il nostro organismo, soprattutto quando nelle ricette vengono associati ai cereali.

    I legumi, ne abbiamo già parlato sul nostro sito, sono tra gli alimenti che contengono il massimo quantitativo di spermidina (potente antiage naturale) ed inoltre assolvono all’importante funzionalità di tenere bassi i trigliceridi. Ma non finisce qui.

    I legumi, sia freschi che secchi, sono un’importantissima fonte di sali minerali (soprattutto ferro) e proteine, e in riguardo a quest’ultime anche migliori della carne perché di origine vegetale. Infatti, rispetto a quelle di origine animale, le proteine contenute nei legumi:

    • hanno un più alto potere saziante,
    • hanno meno calorie,
    • mantengono bassi i livelli di colesterolo e di glucosio nel sangue,
    • grazie alle loro fibre agevolano la funzione intestinale,
    • creano minore affaticamento a livello renale.

    Per quanto riguarda invece le vitamine, i legumi contengono principalmente quelle del gruppo B, ottime per il benessere di pelle e occhi, e per riequilibrare il sistema nervoso.

    Ricordiamo infine che i legumi sono totalmente esenti da glutine, e dunque perfetti per chi soffre di celiachia.

    Tutto questo per ciò che riguarda i legumi in generale; adesso però andremo ad esaminare più da vicino le proprietà di uno specifico legume, ovvero del lupino.

    Lupini: proprietà benefiche di un legume poco utilizzato

    Il lupino si presenta alla vista con un involucro di colore giallo che va eliminato e la parte edibile e all’interno, di colore quasi bianca.

    Come tutti i legumi è ricco di sali minerali e proteine ma soprattutto ha un bassissimo contenuto di zuccheri che li rende ottimi per chi soffre di diabete. 100 grammi di lupini apportano circa 116 calorie.

    Le sostanze contenute nei lupini agiscono attivamente per abbassare il colesterolo nel sangue, agire contro i radicali liberi (funzione antiossidante) e contrastare la stipsi.

    I lupini sono ottimi nei regimi dietetici per la perdita di peso, in quanto apportano molti nutrienti a fronte di poche calorie; placano la fame e aumentano il senso di sazietà.

    Attenzione comunque a non esagerare con le dosi, in quanto potrebbero dare gonfiore addominale e scariche di diarrea; attenzione anche se si è allergici agli arachidi, ai piselli o alla soia, perché potreste esserlo anche verso i lupini.

    Curiosità: evitare il gonfiore addominale da legumi

    Diverse persone ammettono di soffrire di un fastidioso gonfiore addominale dopo aver mangiato dei legumi; questo succede perché, in assenza di enzimi specifici che digeriscono gli zuccheri contenuti nella buccia, queste sostanze vengono attaccate dalla comune flora batterica, che però, durante la sua azione, produce gas.
    Possiamo dunque evitare questo gonfiore addominale abituando pian piano il nostro apparato digerente ai legumi, oppure mettere un pizzico di bicarbonato (o anche dei semi di finocchio) nell’acqua di cottura, in modo che la buccia, fonte di tutti i nostri disagi, si ammorbidisca, facilitando così la digestione.

    Ricette con i lupini

    Ecco a seguire alcune squisite ricette che si possono preparare con i lupini (burger, polpette e maionese), soprattutto se seguite una dieta vegetariana o vegana.