Maggiorana: proprietà benefiche e come utilizzarla

    Maggiorana: proprietà benefiche e come utilizzarla

    Maggiorana: proprietà benefiche e come utilizzarla

    Pochi giorni fa abbiamo parlato delle tre piante aromatiche più importanti, ovvero salvia, timo e rosmarino, ma anche la maggiorana si ritaglia un posto di rilievo come erba da tenere nell’orto e utilizzare in cucina all’occorrenza.

    In generale le piante aromatiche dovrebbero abbondare vicino casa, sia in terra che nei vasi, ed essere utilizzate profusamente nella preparazione dei cibi in quanto donano all’organismo molte proprietà benefiche, aggiungono profumo e gusto e ci permettono di utilizzare meno sale, che è uno dei “veleni bianchi” da evitare il più possibile.

    La maggiorana (Origanum majorana), come svela il suo nome latino, ricorda la pianta dell’origano, predilige i terreni assolati del mediterraneo e sprigiona un’ottima fragranza.

    Vediamo dunque di scoprire quali sono le sue proprietà benefiche e come poterla utilizzare al meglio.

    Maggiorana: proprietà benefiche e come utilizzarla

    Olio essenziale di maggiorana, proprietà e benefici

    La maggiorana è molto ricca di vitamina C, di oli essenziali e di tannini; ha proprietà antispasmodiche, espettoranti e sedative.

    Era una pianta curativa già conosciuta e utilizzata ai tempi dell’antica Grecia per attenuare i dolori articolari; oggi, dopo migliaia di anni e moltissimi studi fitoterapici, alla maggiorana vengono riconosciute in primis ottime proprietà digestive e antispasmodiche.

    L’infuso di maggiorana ha la capacità di calmare le contrazioni sia dello stomaco che delle pareti uterine, producendo così sollievo anche nel caso di dolori legati al ciclo mestruale.

    Grazie all’alto apporto di vitamina C, alla maggiorana viene anche riconosciuta la funzione di stimolare e potenziare il sistema immunitario, con particolare azione positiva nel combattere le affezioni delle vie respiratorie (raffreddore e bronchiti).
    Bevendo dell’infuso di maggiorana prima di coricarsi si può giovare anche di un effetto tranquillante che agevola la presa del sonno (dunque consigliata in caso si soffra di insonnia).

    Da quanto detto fino a qui emerge dunque che la maggiorana può tornare utile al nostro organismo in molti casi:

    • per combattere una cattiva digestione con dolori addominali è possibile sorseggiare una tisana di maggiorana (essiccata e lascia in infusione per almeno 15 minuti);
    • in caso di raffreddore e bronchiti si possono effettuare dei suffumigi più volte al giorno;
    • contro stati d’ansia e di insonnia è possibile rivolgersi all’olio essenziale di maggiorana, ad esempio diffondendolo in camera da letto con l’apposito diffusore ambientale.

    Infine, per saperne di più proprio sull’olio essenziale di maggiorana, vi lasciamo in compagnia di questo video, per capire quando assumerlo e in quale modalità, a seconda del problema.