Mandorle: proprietà, benefici e quante mangiarne

    Mandorle: proprietà, benefici e quante mangiarne

    Mandorle: proprietà, benefici e quante mangiarne

    La frutta secca in generale (in questo caso con il guscio) è una fonte davvero preziosa di nutrienti per il nostro organismo, come ad esempio gli Omega3, ma essendo anche molto caloriche vanno mangiate in moderata quantità.

    L’autunno e l’inverno sono la stagione ideale per tornare a beneficiare delle ottime proprietà di questi alimenti, che oltre alle mandorle comprendono:

    • noci (con le varianti “noci macadamia” e “noci del brasile”);
    • pinoli;
    • arachidi;
    • nocciole;
    • pistacchi.

    Al momento dell’acquisto sarebbe opportuno optare per quelle biologiche e soprattutto non trattate con anidride solforosa (E220 – E228), in quanto tossica per il nostro organismo.

    Vediamo adesso più nel particolare quali sono le proprietà delle mandorle e quali benefici può apportare al nostro organismo un loro morigerato consumo.

    Mandorle: proprietà, benefici e quante mangiarne

    Mandorle

    Rispetto alle noci, le mandorle sono meno ricche di oli essenziali, ma non per questo meno ricche di proprietà; la dose giornaliera di frutta secca che i nutrizionisti indicano come giusta per un adulto è di circa 20 grammi (che equivalgono a circa 10 mandorle).
    Considerate che 100 grammi di mandorle corrispondono a ben 600 calorie assunte.

    Le mandorle sono principalmente ricche di vitamine del gruppo B, vitamina E, sali minerali (in primis magnesio, ferro e calcio) e grassi Omega3.

    Ecco quindi le loro principali proprietà benefiche:

    • le mandorle sono antiossidanti e contengono elementi che contrastano lo stress ossidativo cellulare (tali elementi sono contenuti soprattutto nella buccia scura e per questo motivo andrebbero preferite quelle non spelate);
    • proprietà benefiche per l’intestino grazie alle fibre;
    • le mandorle agiscono positivamente sul sistema nervoso, grazie al magnesio, che aiuta in caso di stress e stanchezza (sia fisica che mentale);
    • le mandorle, grazie agli Omega3, sono ottime come antinfiammatorie;
    • le mandorle, grazie all’elevato contenuto di calcio, fanno bene alle ossa;
    • sempre grazie agli Omega3, le mandorle agiscono positivamente anche sul cuore e su tutto il sistema cardio-circolatorio;
    • le mandorle sono un eccellente alimento “spazza colesterolo”;
    • le mandorle nutriscono e fanno bene anche a pelle e capelli;

    Da ricordare che le mandorle sono un alimento davvero importante anche per chi segue diete vegetariane o vegane, in quanto farina di mandorle, la pasta di mandorle e latte di mandorle sono alimenti di origine vegetale di altissima qualità e potere nutritivo.
    Senza dimenticare l’olio di mandorle, utilizzatissimo in ambito estetico per le sue ottime proprietà emollienti e lenitive.

    Controindicazioni
    Le mandorle, come la maggior parte della frutta secca con il guscio, possono dare origine a reazione allergiche ed inoltre possono essere contaminate da presenza fungine apatossiche le quali, se ingerite, nel lungo periodo possono portare anche allo sviluppo di tumore al fegato.

    Curiosità sulla mandorla amara: la mandorla amara deve questo suo cattivo sapore alla presenza di amigdalina (capace di liberare cianuro), la quale, se ingerita, può risultare tossica e nociva per il nostro organismo.
    Più amara risulta la mandorla e maggiore è il suo potere venefico. Solo una lunga cottura può eliminare dalla mandorla amara questa sostanza velenosa.

    Latte di mandorle “fai da te”

    Latte di mandorle vegetale fai da te

    Concludiamo questo articolo con un video dello chef Stefano Barbato che ci mostra come preparare del latte di mandorle fatto in casa, soluzione ottima soprattutto per coloro che sono intolleranti al lattosio (leggi qui quali sono i migliori latti vegetali in commercio).