Zeolite, pietra vulcanica dalle molte proprietà benefiche

    Zeolite, pietra vulcanica dalle molte proprietà benefiche

    Zeolite, pietra vulcanica dalle molte proprietà benefiche

    La zeolite è un rimedio naturale per depurare l’organismo che trae la proprietà benefica unicità dal fatto di venire a crearsi dall’incontro della lava incandescente con l’acqua salmastra del mare (zeolite infatti deriva dal greco zein “bollire” e lithos “pietra”); per la sua strabiliante e rara struttura cristallina, la zeolite è un minerale che si presenta molto poroso, qualità questa che ne determina proprio le sue importanti qualità depurative per il nostro organismo, soprattutto funzionali all’eliminazione dei metalli pesanti.

    Vedremo meglio nel prosieguo dell’articolo come funziona questa pietra, quali sono le sue proprietà curative e come la si può utilizzare al meglio. 

    Zeolite, una particolare tipologia di pietra vulcanica

    Zeolite, pietra vulcanica depurativa

    La zeolite è una pietra vulcanica molto particolare, formata al suo interno da un reticolo di piccoli canali in cui troviamo cationi di caldio, magnesio, sodio e potassio; questi cationi sono in grado di legarsi e scambiarsi con quelli di molti metalli pesanti e quindi di fungere da “micro-depuratori” (e infatti la zeolite è utilizzata anche per depurare l’acqua).

    Le pietre di zeolite si dividono in tre grandi gruppi: zeoliti con canale unidimensionale, bidimensionale e tridimensionale. Uno speciale tipo di quest’ultime, appositamente “attivata” tramite uno speciale processo fisico-chimico, diventa utilissima anche per l’uomo, depurando l’organismo da metalli pesanti, radicali liberi e tossine di vario genere.
    Tale attività “ripulitrice” della zeolite avviene a livello intestinale.

    Zeolite, proprietà benefiche per l’uomo

    Zeolite per depurarsi dai metalli pesanti

    Come abbiamo detto poco sopra, la zeolite risulta davvero eccezionale quando si voglia seguire una dieta di disintossicazione dai metalli pesanti (soprattutto dal nichel), e possiamo aiutarla in questo suo lavoro abbinando alla sua assunzione una grande quantità di alimenti vegetali.

    La zeolite possiede inoltre importanti proprietà alcalinizzanti, che abbattendo il livello di acidità dell’organismo, favoriscono l’eliminazione di quegli scarti che rallentano il metabolismo e che finiscono, alla lunga, per intossicarci.
    A beneficiare di queste “pulizie” interne e degli effetti depurativi della zeolite, sarà sicuramente l’intestino, ma anche il fegato, uno dei nostri filtri più potenti

    La zeolite è inoltre consigliata a chi pratica molto sport, in quanto in grado di eliminare molto più rapidamente l’acido lattico e accorciare i tempi di recupero. Anche per le persone sotto forte stress, situazione in cui solitamente l’organismo libera più tossine nel sangue, la zeolite può rappresentare un valido aiuto come antiossidante.

    La zeolite depura anche la pelle dalle impurità (ottima in caso di acne ad esempio) e rafforza la risposta immunitaria, rendendo più efficaci le prestazioni sia fisiche che mentali.

    Zeolite, dove acquistarla e come assumerla

    La zeolite, previo consulto con il proprio medico curante, si può acquistare in farmacia o erboristeria, sia in polvere da sciogliere in acqua, sia in compresse.

    Un barattolo da 200 grammi di zeolite può costare attorno ai 20€, mentre una confezione da 100 capsule si trova solitamente attorno ai 30€; in commercio è possibile acquistare anche zeolite arricchita di dolomite (calcio e magnesio).

    Esempio di confezione di zeolite
    Esempio di confezione di zeolite

    Oltre che per via orale, la zeolite si può utilizzare anche per uso topico, tamponando un po’ di polvere sulle zone interessate da acne, pruriti, dermatiti, eczemi, psoriasi e altri disturbi della pelle.

    Le zeolite sembra inoltre non presentare particolari controindicazioni, in quanto assolutamente naturale e atossica al 100%, e non viene in alcun modo assorbita dai villi del tratto intestinale. Essendo comunque una cura di tipo chelante, alcune persone più sensibili potrebbero avvertire durante il trattamento dei leggeri mal di testa o senso di nausea.

    Infine, durante la cura con zeolite, si consiglia anche, oltre a mangiare molti vegetali, di bere anche molta acqua, in quanto la polvere potrebbe rassodare un po’ le feci e dunque far tendere un po’ alla stitichezza.

    Zeolite, per riassumere ecco quando assumerla

    Riassumiamo, a conclusione dell’articolo, quando potrebbe essere utile per il vostro organismo fare un trattamento con la zeolite; ecco i principali sintomi che potrebbero spingervi a tentare questa eccellente cura chelante:

    • Se arrivate da un periodo di alimentazione sregolata e con cibi poco sani;
    • Se soffrite quotidianamente di cattiva digestione, stitichezza o gonfiori addominali e meteorismo;
    • Se vi sentite spesso stanchi, con poche energie e fuori forma;
    • Se avvertite spesso il bisogno irrefrenabile di mangiare dolci o prodotti con farina;
    • Se vivete in città molto inquinate da smog o scarichi industriali;
    • Se fumate molto;
    • Se praticate molto sport.

    Infine, anche la trasmissione “Le Iene” si è occupata degli effetti benefici della zeolite.