Mal di testa: 5 piante utili per alleviarlo

    Mal di testa: 5 piante utili per alleviarlo

    Indipendentemente dalla sua causa, il mal di testa è uno dei malesseri più comuni nel mondo.Basti pensare che in Italia le persone che ne soffrono sono 26 milioni. Più o meno gravi, sembra che le cefalee siano tra le dieci cause di disabilità nel mondo. Motivo per cui è necessario non sottovalutarle.

    Detto questo, dopo aver appurato la causa con l’aiuto di un medico, è possibile pensare a rimedi naturali per il mal di testa che oltre a essere efficaci permettono di non intossicare l’organismo come spesso accade con l’impiego di farmaci veri e propri. Precisamente è utile scegliere le piante officinali che permettono di alleviarlo permettendoci di trascorrere le giornate senza dover necessariamente fare i conti con la fastidiosissima emicrania.

    Tra tutti i rimedi naturali che Madre Natura ci mette a disposizione ce ne sono alcuni più efficaci di altri e per questo impiegati proprio per la soluzione di dolori di questo tipo. Tra le erbe più utilizzate per il mal di testa ce ne sono 5 effettivamente risolutive, parliamo della lavanda, della menta, dell’alloro, della maggiorana e dell’eucalipto. Ognuna ha particolari proprietà benefiche.

    Le piante più indicate per il mal di testa

    Che il mal di testa sia uno dei malesseri più fastidiosi e invalidanti lo sappiamo bene, quello che spesso non conosciamo è la soluzione naturale che possiamo utilizzare al posto dei tradizionali farmaci, sicuramente efficaci ma anche più nocivi. Tra le erbe più utilizzate ce ne sono alcune che hanno una maggiore efficacia per alleviare l’emicrania.

    Lavanda. Il suo profumo viene utilizzato per saponi, creme e eau de toilette, ma il suo ruolo è anche un altro, quello di alleviare il mal di testa. Precisamente avendo proprietà vasodilatatrici e antinevralgiche si presenta come un perfetto equilibrante per il sistema nervoso. Per lo stesso motivo viene utilizzata anche come sedativo (leggero!), calmante e antidepressivo.

    Menta. Analgesico e antinevralgico per eccellenza, la menta è in grado di ridurre l’intensità del mal di testa. Principalmente perché sembra andare ad agire sulla componente muscolo – tensiva del dolore. Le specie più utilizzate a questo scopo sono: la menta piperita e la menta brasiliana.

    Alloro. Pianta aromatica e medicamentosa che viene utilizzata contro vari fastidi tra cui, appunto, l’emicrania. Le sue proprietà sono quella astringente, emostatica e rinforzante dei vasi sanguigni. Svolge infatti un’azione benefica sul sistema nervoso permettendo di alleviare le emicranie.

    Maggiorana. Non trova spazio soltanto nei nostri piatti, la maggiorana è conosciuta sin dai tempi antichi come anti stress, perché contiene proprietà calmanti e sedative che permettono di alleviare i fastidiosi dolori di testa.

    Eucalipto. Qualcuno forse già conosceva l’efficacia di questa erba, molto nota soprattutto per la cura contro le infezioni alle vie respiratorie. È molto utile anche per il mal di testa perché ha potenti proprietà antinevralgiche.

    Quali sono le cause del mal di testa?

    Quando si parla di mal di testa è importante saper distinguere due tipologie: le cefalee primarie e le cefalee secondarie.

    Quelle primarie rappresentano il mal di testa vero e proprio come malattia, quindi dovuta a fattori ereditari, intossicazioni, stress, ipertensione, fattori ormonali e non solo.

    Le cefalee secondarie, invece, sono dovute a una causa che se risolta le fanno sparire completamente. Le loro cause solitamente sono la sinusite, il raffreddore, i problemi ai denti, la cervicale.