Lievito di birra: proprietà benefiche e come usarlo

    Lievito di birra: proprietà benefiche e come usarlo

    Lievito di birra: proprietà benefiche e come usarlo

    Tempo fa abbiamo scritto un articolo su come effettuare una dieta senza lieviti per sfiammare e sgonfiare l’intestino, ma i “lieviti” in generale non sono da demonizzare; se non soffriamo di particolari problematiche organiche o patologie, questo tipo di alimento custodisce anche molte proprietà benefiche, che vedremo nel prosieguo dell’articolo.

    Oggi infatti impareremo a conoscere più da vicino il lievito di birra, il quale si ottiene dalla coltivazione di alcuni micro-organismi (funghi) allevati sui residui di fermentazione della birra (ovvero del malto d’orzo).

    Tutti noi conosciamo il comune lievito di birra fresco, quello che utilizziamo in cucina, ma a livello benefico è molto meglio assumere il lievito di birra secco, che si può acquistare in erboristeria anche sotto forma di comode pastiglie da deglutire.

    Lievito di birra: proprietà benefiche e come usarlo

    Lievito di birra in scaglie come integratore alimentare

    Il lievito di birra (secco e utilizzato come integratore alimentare) ha diverse proprietà benefiche, conosciute per altro fin dal 3.000 a.c.; in fatto di sali minerali è molto ricco di magnesio, fosforo, potassio, ferro, calcio e selenio, mentre come vitamine è uno dei pochi alimenti che contiene tutte quelle del gruppo B (eccetto la vitamina B12 che è prevalentemente di origine animale).

    Ha la capacità di agire in maniera detossificante sul fegato ed è ottimo per combattere tutta una serie di inestetismi della pelle compresa l’acne; sempre da un punto di vista “estetico” è un vero alleato di capelli, ciglia e unghie.

    Per chi non ha problemi intestinali è davvero efficace per ripristinare la corretta flora batterica e aiuta gli “spazzini” dell’organismo a tenere pulite le arterie (dunque azione contro generosa contro il colesterolo e quindi indicato anche per chi soffre di pressione alta).

    Altre funzioni secondarie ma comunque preziose del lievito di birra sono:

    • Funzioni rimineralizzanti, importanti ad esempio per chi pratica molto sport;
    • Funzioni che vanno a rinforzare il sistema immunitario;
    • Funzioni cicatrizzanti, utili in caso di ferite e ustioni;
    • Funzioni rivitalizzanti, per l’elevato contenuto di vitamine del gruppo B;
    • Funzioni neuroprotettive;
    • Funzioni metaboliche.

    La dose giornaliera consigliata di lievito di birra per non incorrere in controindicazioni intestinali è di 400 mg.

    Vediamo, in questo video conclusivo, come il lievito di birra può essere effettivamente utilizzato per portare beneficio in caso di caduta di capelli o comunque capelli fragili o deboli.