Miele: caratteristiche e quali sono i migliori per la nostra salute

    Miele: caratteristiche e quali sono i migliori per la nostra salute

    Miele, tipi e proprietà benefiche

    Il miele, lo sappiamo tutti, viene prodotto nell’alveare dalle api, ed è un vero e proprio super-alimento, dalle molte caratteristiche e proprietà benefiche. Da molte persone viene utilizzato anche come dolcificante al posto dello zucchero, ma ridurlo ad tale impiego sarebbe davvero banale.

    Miele: proprietà benefiche

    Il miele è importantissimo nella prevenzione di malattie, ottimo per curare sintomi dell’influenza come tosse e raffreddore, ed è perfetto per aiutare a controllare il peso. Ma non solo; il miele risulta eccellente anche nel campo della cura estetica del corpo, e molte sono le maschere di bellezza (sia per il viso che per i capelli) che lo annoverano tra i propri ingredienti principali, grazie alle sue qualità altamente nutrienti.

    Come energizzante è di qualità massima, in quanto non contiene saccarosio (come lo zucchero), ma bensì glucosio e fruttosio, facili per l’organismo da metabolizzare; è ricchissimo di minerali, vitamine e antiossidanti, ed è perfetto per il recupero delle forze dopo un’intensa attività fisica.

    Il miele è una sostanza molto positiva anche per il cuore, in quanto riduce il rischio cardiovascolare e aiuta a controllare il peso (se assunto con regolarità). Fa molto bene anche al sistema digestivo, perché è in grado di ridurre ridurre le infezioni gastrointestinali e perché agisce come cicatrizzante e anti-infiammatorio.

    Infine, il miele è anche un buon antibiotico naturale, capace, secondo gli studi più recenti, di contrastare più di 60 ceppi di batteri nocivi.

    Per i bambini è un ottimo lenitivo naturale per la tosse secca. L’Organizzazione Mondiale della Sanità, a questo proposito, ha sottolineato: “nel trattamento di infezioni del tratto respiratorio superiore nei bambini, il miele è considerato un emolliente economico e sicuro”. La raccomandazione è di utilizzarne uno fresco, biologico e non pastorizzato, preferibilmente acquistato direttamente da qualche apicoltore.

    Ma se volessimo sapere quali sono i migliori tipi di miele per la nostra salute? Niente di più semplice, basta continuare proseguire nella lettura dell’articolo.

    Miele: i migliori per il nostro organismo

    Si fa presto a dire miele, ma ce ne sono davvero di moltissimi tipi, in base alle piante e ai fiori in cui le api si ritrovano a vivere, e ad ogni “sapore” corrispondono anche specifiche proprietà: castagno, eucalipto, millefiori, corbezzolo, acacia, tiglio… dobbiamo solo conoscerli meglio per capire quale può essere il migliore per il nostro organismo.

    Miele di Grano saraceno

    Per colore, sapore e densità assomiglia molto al miele di castagno e, al di là del nome, è assolutamente privo di glutine.

    E’ uno dei più efficaci mieli curativi e possiede ottime proprietà antiossidanti e cardiovasoprotettori (per la presenza di rutina e magnesio), per cui previene malattie degenerative ed anche tumori.

    Miele di Castagno

    Il miele di castagno è di consistenza abbastanza liquida ed ha un particolare sapore leggermente amaro, cosa questo che non lo rende amato da tutti. Un vero peccato perché è ricchissimo di vitamine B e vitamina C, e  soprattutto di ferro, per cui è molto utile per contrastare l’anemia.

    Possiede proprietà disinfettanti per l’apparato urinario. Il contenuto di tannini gli conferisce proprietà astringenti, utili a contrastare la dissenteria. Ha proprietà antinfiammatorie ed emostatiche, utili nei casi di sanguinamento intestinale.

    Miele di Ulmo

    Simile a quello di Manuka, il miele di Ulmo è originario del Cile ed è un potente antibatterico.
    E’ molto efficace contro Salmonella, Staffilococco aureo ed Escherichia coli, ed è un ottimo antimicotico contro la Candida Albicans, e altri funghi quali Aspergillus, Mucor e Rhizopus.

    Possiede ottime qualità antiage, in quanto distrugge naturalmente i radicali liberi, che sono la causa dell’invecchiamento precoce delle cellule.

    Miele di Lavanda selvatica

    È utile per coloro che soffrono di emicrania, di affaticamento e stanchezza cronica mentale e fisica, di insonnia.

    Miele di Rododendro

    Un miele di montagna, dunque un miele incontaminato, molto pregiato oltreché raro e ricercato. Ha proprietà calmanti, depurative, ricostituenti e antiartritiche.

    Miele di Rosmarino

    Possiede notevoli proprietà antisettiche, antinfiammatorie, colagoghe e coleretiche. E’ utile per il mal di gola e per chi ha problemi respiratori e di fegato.

    Miele di Trifoglio bianco

    Ha proprietà diuretiche, depurative, antisettiche ed immunizzanti; è un fortificante per il calcio delle ossa ed è adatto per curare le varie forme di acne derivanti dall’apparato ormonale.

    Miele rosato

    Il miele rosato è ottimo invece per il cavo orale; nei bambini durante la dentizione e negli adulti in presenza di gengiviti o afte. Tutto ciò grazie alle sue qualità cicatrizzanti e astringenti. Da utilizzare anche in caso di malanni di stagione, come mal di gola, tosse e naso chiuso.

    E se siete amanti del miele, perché non provate anche il polline? Altro alimento incredibilmente ricco di vitamine e minerali e che fa benissimo al nostro organismo soprattutto nei cambi di stagione e se si è sotto stress o debilitati.

    Altra cosa da provare a fare a casa sono sicuramente gli spicchi d’aglio messi sotto miele e da consumare poi quando abbiamo bisogno di una vera e propria “bomba” antibiotica e antibatterica.

    E se siete amanti del miele, sapete come rispondere alla classica domande se faccia bene assumere miele prima di dormire o fare sport? Cliccando sul link troverete le risposte esatte.

    Infine, a chiusura, un video in cui ci viene raccontato tutto il potere curativo del miele, iniziando dai Greci che lo chiamavano “cibo medicina” o “cibo degli Dei”…