Olio di Neem: proprietà, benefici e modalità di utilizzo

    Olio di Neem: proprietà, benefici e modalità di utilizzo

    Olio di Neem: proprietà, benefici e modalità di utilizzo

    L’olio di Neem ha una storia secolare e affonda le sue radici nella cultura indiana e nella medicina ayurvedica. Questo prodotto viene ricavato dalla cosiddetta spremitura a freddo dei semi e dei frutti della pianta Azadirachta Indica, una pianta imponente e originaria dell’India e della Birmania. Oggi, grazie alle sue numerose proprietà curative, viene coltivata nella maggior parte delle zone tropicali del mondo e utilizzata sia a scopo farmacologico che industriale. Negli anni questo olio si è dimostrato efficace nel combattere molti disturbi. Ecco quali sono le sue caratteristiche e come utilizzarlo.

    Olio di neem benefici e come utilizzarlo

    Le proprietà dell’olio di neem

    Questo prodotto viene utilizzato per combattere molti malanni anche invernali e il suo impiego è molto vasto. Tra le proprietà più efficaci si annoverano le proprietà antisettiche, antifungine, antiparassitarie e antinfiammatorie. L’olio di neem può debellare fino a 14 tipi di funghi ed è utilizzato anche negli animali e sulle piante contro i parassiti. Può fungere da antidolorifico naturale e grazie alla presenza di catechine e limonoidi possiede forti proprietà analgesiche. Può essere utilizzato anche contro i pidocchi e la forfora.

    I benefici dell’olio di neem

    Per via delle sue numerose proprietà e della sua efficacia contro moltissimi disturbi, questo prodotto viene consigliato contro i dolori mestruali, il gonfiore addominale, la stitichezza, i dolori muscolari, gli strappi, la pubalgia, le contratture, le artriti, i crampi, i reumatismi. È, infatti, un buon analgesico naturale e grazie alle sue proprietà cicatrizzanti, esfolianti e ricostituenti, può essere adoperato anche nella cosmesi e contro alcune delle infezioni della pelle, come eczemi, acne, psoriasi, dermatiti e per favorire la cicatrizzazione di piccole ferite.

    Come utilizzarlo

    In base al tipo di utilizzo che se ne vuole fare, quest’olio può essere adoperato in diversi ambiti. Ad esempio sulle piante, in caso si riscontrasse la presenza di funghi o parassiti dannosi. Come antipulci per cani e gatti applicati tramite la preparazione di uno shampoo o un siero apposito. Per via delle sue proprietà repellenti, se mischiato con qualche goccia di limone e altri profumi, può fungere da ottimo antizanzare.

    Controindicazioni

    In caso di ipersensibilità a uno o più componenti dell’olio, se ne sconsiglia caldamente l’utilizzo. Secondo recenti studio, bisognerebbe evitare di utilizzarlo per via interna in caso di gravidanza poiché potrebbe indurre all’aborto. Questo vale anche in caso di assunzione tramite infuso o tisana. Ai bambini è sconsigliata una dose eccessiva perché potrebbe comportare danni al fegato. In ogni caso si consiglia di consultare un medico prima di procedere al suo utilizzo.

    * Il contenuto riportato è di carattere orientativo a fini informativi: non sostituisce diagnosi e trattamenti medici. Non deve essere utilizzato per prendere decisioni in merito ad assunzione o sospensione di terapie farmacologiche e non può sostituire il parere di un professionista afferente a qualsiasi disciplina medico scientifica autorizzata.