Pappa reale fresca: a cosa serve e benefici

    Pappa reale fresca: a cosa serve e benefici

    Pappa reale fresca: a cosa serve e benefici

    La pappa reale fresca è indubbiamente il prodotto dell’alveare più prezioso che le api possono regalarci. E’ infatti il nutrimento riservato esclusivamente all’ape regina, e per questo ricchissima di nutrienti e proprietà benefiche (è proprio grazie alla “dieta” a base di pappa reale che l’ape regina diventa molto più grande delle altre e riesce a vivere fino a due anni a raffronto di una vita media delle operaie di qualche settimana).

    Date queste premesse è facile comprendere come la pappa reale si riveli un alimento preziosissimo anche per il nostro organismo, soprattutto in questi mesi dove il sistema immunitario è messo a dura prova dal clima autunnale e invernale.

    Insieme agli altri prodotti dell’alveare come miele, polline e propoli (a cui possiamo aggiungere anche il veleno d’api), la pappa reale risulterà davvero notevole in fatto di proprietà benefiche per il nostro corpo e che andremo a scoprire nel prosieguo dell’articolo.

    Pappa reale fresca: da cosa è composta

    La pappa reale fresca è una vera e propria linfa vitale, qualcosa che si potrebbe paragonare al potere germinativo racchiuso nei semi vegetali, ma di origine animale.

    E’ composta principalmente da acqua e zuccheri naturali, ma vi sono anche carboidrati (15%), grassi (6%) proteine (10%), e soprattutto sali minerali, tra cui spiccano calcio, ferro e fosforo, e anche numerose vitamine come la vitamina A, la vitamina E (tocofenolo), vitamine del gruppo B, e altre come roialisina, colina, acetilcolina, acido folico e acido pantotenico.

    Pappa reale fresca: a cosa serve, benefici e controindicazioni

    La pappa reale fresca è dunque un potente energizzante, capace di sostenere il fisico nei periodi di stress (sia esso dovuto a sovraccarico mentale, emotivo o fisico), oppure quando siamo in convalescenza dopo una malattia o in carenza di qualche nutriente. Proprio per questo motivo è consigliabile assumere la pappa reale durante i cambi stagione, oppure nei giorni precedenti una gara sportiva o un esame importante.

    Data poi l’elevata concentrazione dell’acido pantotenico, assumere pappa reale è un toccasana nei casi di problemi e infiammazioni intestinali e, più in generale, è un rimedio naturale antiage, che rinvigorisce dentro e fuori.
    La pappa reale fa bene alla pelle ed è utilissima da inserire nella dieta quotidiana degli anziani in quanto apportatrice di vitamine e sali minerali che di solito scarseggiano in chi è molto avanti con l’età.

    La pappa reale fresca ha il grande potere di riequilibrare il metabolismo basale delle cellule, ed è proprio per questo che è una sostanza così energizzante e rimineralizzante.

    La dose consigliata è di 1 grammo al giorno, la mattina appena alzati o comunque lontano dai pasti, da lasciar sciogliere sotto lingua per alcuni minuti prima di ingerirla.

    La pappa reale fresca va conservata in frigorifero facendo sempre attenzione alla chiusura ermetica dei flaconcini monodose.

    Come unica controindicazione della pappa reale c’è quella di sincerarsi di non essere allergici ai prodotti dell’alveare (fare attenzione anche se si è predisposti all’allergia al polline durante i mesi primaverili).
    La pappa reale stimola inoltre l’appetito, ed è dunque sconsigliata a chi sta seguendo una dieta dimagrante.

    Chiudiamo con un video che riassume qui le principali differenze tra miele, polline, pappa reale, propoli e cera d’api.