Pulizia del colon: 4 metodi naturali per curarsi

    Pulizia del colon: 4 metodi naturali per curarsi

    Pulizia del colon: 4 metodi naturali per curarsi

    Già gli antichi Greci avevano capito la grande importanza di un intestino sano per il benessere di tutto l’organismo. Con il passare dei secoli la medicina ha affinato varie tecniche per mantenerlo sano, pulito, libero da scorie e tossine; la pulizia del colon è una di queste, e oggi riveste un ruolo essenziale in quanto, le malattie legate a questo organo, sono in costante crescita, sia per fattori legati all’alimentazione (cibi non più genuini) che per motivi inerenti lo stress e la vita caotica che nella maggior parte dei casi conduciamo.

    La pulizia del colon andrebbe eseguita a cadenza regolare, in modo da assicurarci sempre una buona flora batterica e un’assenza di infiammazioni.

    Vediamo dunque come poter effettuare la pulizia del colon con metodi assolutamente naturali e che possono anche farci guarire da insospettabili disturbi che mai avremmo pensato collegati ad un malessere dell’intestino (come ad esempio l’artrite).

    Pulizia del colon: 4 metodi naturali per curarsi

    Idrocolonterapia

    Il primo metodo naturale per effettuare un’accurata pulizia del colon è la idrocolonterapia, ovvero un lavaggio di tutto il tratto intestinale – eseguito da personale specializzato – con acqua debatterizzata mantenuta a pressione e temperatura controllata per tutto il trattamento, il quale consiste nel far entrare acqua dall’ano, farla circolare per tutto il tubo digerente (così da portare via le scorie), e poi farla nuovamente uscire dell’ano.

    L’idrocolonterapia riduce notevolmente la popolazione microbica patologica – tra cui salmonelle, candida e lieviti – che possono infiammare notevolmente il tratto intestinale e dare così origine a tutta una serie di disturbi e malattie più complicate poi da sconfiggere.

    In modo molto più ridotto, una forma di “idrocolonterapia fai da te” potrebbe essere il clistere, che però ha una profondità di azione davvero limitata.

    Alimentazione naturale

    Altro fattore determinante per un colon pulito e sano è l’alimentazione. E’ fondamentale optare per un cibo naturale, fresco e di stagione, accompagnandolo con un apporto di acqua notevole durante tutto l’arco della giornata (bere almeno 2 litri di acqua).
    Scegliere verdure ricche di fibre, che stimolano l’attività intestinale (molto consigliati, in tal senso, i centrifugati), e poi cibi probiotici, come yogurt o appositi integratori.
    Infine, evitare alimenti che invece possono infiammare le pareti del colon, come caffè, alcol, carne rossa e zuccheri raffinati. Si suggerisce anche di sostituire i carboidrati raffinati con quelli integrali.

    Erbe curative e tisane

    Ci sono poi tutta una vasta gamma di rimedi erboristici che possono venirci in soccorso in caso di colon irritato. Quelle più indicate sono la tisana alla malva (emolliente e sfiammante), tisana al finocchio (sfiammante e sgonfiante), il tè verde e l’aloe vera (venduta sotto forma di apposita bevanda da assumere in misurini, uno al mattino e uno alla sera prima di andare a letto).

    Anche i semi di lino e i semi di chia sono molto utili, grazie alla mucillagine che sprigionano, nello stimolare l’azione dell’intestino e nel proteggerlo da aggressioni patogene.

    Esercizio fisico

    L’esercizio fisico è fondamentale per il benessere degli organi, e la sua azione agisce a vari livelli: permette di farci espellere molte tossine attraverso il sudore, mantiene attiva la mobilità organica e funziona come valvola di sfogo dello stress. Basta anche un’ora di camminata veloce al giorno.

    Pulizia del colon per dimagrire

    Da sottolineare che avere un intestino e un colon sano e pulito permette anche di dimagrire, in quanto le infiammazioni favoriscono l’accumulo di adipe, come è ben spiegato nel video sottostante.

    Se anche dopo un periodo di alcuni mesi, seguendo in modo ferreo queste regole non riuscite a migliorare la vostra situazione del colon e dell’intestino, allora è  necessario rivolgersi ad un medico.