Vene delle mani gonfie: come trattarle con rimedi naturali

8 Febbraio 2018 0 Di Redazione

Le mani sono attraversate da una complicata rete di vene e arterie, che in qualche occasione tendono a gonfiarsi. Le vene delle mani gonfie sono un segnale che fa preoccupare molte persone, ma nella maggior parte dei casi non c’è nulla da temere.

I fattori che possono rendere le vene delle mani gonfie sono veramente tanti, e vanno dai più semplici cambi di stagione e sbalzi di temperatura a determinati stati di salute dell’organismo. Ma quali sono i migliori rimedi naturali per contrastare questo inestetismo? Vediamoli insieme.

Vene delle mani gonfie: spesso un problema innocuo…

Nella stragrande maggioranza dei casi, dietro questo fastidioso gonfiore ci sono delle spiegazioni semplicissime. Vediamo le principali cause delle vene gonfie delle mani:

  • Peso: Il dorso delle mani ospita dei depositi di grasso. Le persone visibilmente sottopeso hanno dei depositi molto più ridotti, che rendono le vene più evidenti.
  • Temperatura e cambio di stagione: I vasi sanguigni si gonfiano di più quando fa caldo. Questo perché il nostro organismo cerca di raffreddarsi aumentando l’afflusso di sangue in tutto il corpo, mani comprese.
  • Età: Il naturale scorrere del tempo colpisce anche i tessuti delle mani, che si fanno via via sempre più sottili. Ecco perché più si invecchia e più è difficile mascherare le vene gonfie sulle mani e le occhiaie scure.
  • Sforzo fisico prolungato: In generale, il diametro delle nostre vene dipende anche da quanti gesti compiamo ogni giorno. Ogni volta che solleviamo un peso, le vene delle mani si dilatano per favorire l’afflusso di sangue: più ripetiamo questi gesti, più i vasi sanguigni rimarranno dilatati.

Buona parte di questi fattori sono accomunati da un dettaglio: l’estemporaneità. Basta rinfrescarsi, cambiare le proprie abitudini alimentari o smettere di sollevare pesi per attenuare il gonfiore.

…Ma bisogna fare comunque attenzione

In qualche caso specifico, tuttavia, le vene gonfie alle mani possono essere il sintomo di un problema da non sottovalutare.

Se oltre al gonfiore delle vene avvertite un formicolio, un po’ di dolore o un ispessimento della pelle, la causa potrebbe essere un’insufficienza venosa. Questa condizione è legata a doppio filo a patologie come l’ipertensione o la trombosi venosa profonda.

Anche gli stati infiammatori possono provocare un diffuso gonfiore delle vene sugli arti: la tendinite, il tunnel carpale e l’artrite reumatoide sono fra le principali responsabili di questa condizione, perché il nostro organismo risponde alle infiammazioni dilatando le vene.

In queste condizioni, occorre prima di tutto l’affiancamento di un medico. Se durante il vostro percorso terapeutico volete trattare nello specifico il problema delle vene delle mani gonfie, potete affidarvi a qualche rimedio naturale.

vene delle mani gonfie

Vene delle mani gonfie: la vitamina C

Tra i rimedi naturali per le vene delle mani gonfie c’è in primis la vitamina C. Per migliorare la circolazione e prevenire tale fenomeno è dunque utile non dimenticare di inserire nella propria dieta alimenti ricchi di vitamina C come kiwi, carote, agrumi e verdure a foglia larga.

L’acido ascorbico contenuto in questi alimenti aiuta nella formazione del collagene, una proteina essenziale per mantenere la pelle elastica. Un irrigidimento dell’epidermide rende infatti i vasi sanguigni molto più visibili.

Vene delle mani gonfie: aceto di mele

Tra i rimedi naturali più noti possiamo citare l’aceto di mele. Come sfruttarlo? Immergete una garza nell’aceto di mele e massaggiate delicatamente sulle vene gonfie per 30 secondi alla volta: un metodo sicuro per trovare velocemente sollievo.

L’aceto di mele ha infatti delle ottime proprietà antinfiammatorie e aiuta a rendere la pelle delle mani più elastica e resistente ai segni del tempo.

Vene delle mani gonfie: le erbe

I rimedi naturali contro le mani gonfie sono molti. Tra questi ci sono anche le erbe medicinali che si possono utilizzare per la preparazione di tisane: fieno greco e timo, per risolvere il problema legato alla ritenzione idrica, oppure menta, centella asiatica e foglie di mirtillo, per riuscire a stimolare la circolazione sanguigna.

Esistono pure tante tinture madri, pomate e composti in granuli a base di arnica, amamelide o ippocastano, il cui uso si rivela benefico specialmente al sopraggiungere del caldo.

Piccoli esercizi da fare al mattino

Molto spesso le vene delle mani si gonfiano durante le ore notturne, quando i liquidi si accumulano nei tessuti. È il gesto di stare sdraiati a favorire la comparsa di questo disturbo. Alcuni esercizi possono riattivare la circolazione e ripristinare una sensazione di benessere.

Allungate mani e braccia verso il soffitto, mantenendo alcuni secondi tale posizione: aiuterete il riavvio della circolazione. Provate anche a chiudere lentamente le dita della mano a formare un pugno per poi tornare alla posizione iniziale, almeno 5-6 volte e comunque a seconda della personale sensazione. 

Vene delle mani gonfie: attenzione al sale

Nella vostra alimentazione, prestate attenzione all’apporto di sale, che può avere un ruolo cruciale in relazione alle mani gonfie. È risaputo che questa spezia è un pericoloso vasocostrittore, sconsigliato specialmente a chi soffre di pressione alta e di ritenzione idrica.

Gli alimenti preconfezionati e il cibo spazzatura contengono spesso enormi quantità di sale, quindi meglio affidarsi alle ricette casalinghe. Un consiglio? Provate a sostituire il sale con qualche spezia come lo zenzero o la curcuma: basta veramente poco per sentirsi degli autentici chef e star meglio.

Leggi anche:

* Il contenuto riportato è di carattere orientativo a fini informativi: non sostituisce diagnosi e trattamenti medici. Non deve essere utilizzato per prendere decisioni in merito ad assunzione o sospensione di terapie farmacologiche e non può sostituire il parere di un professionista afferente a qualsiasi disciplina medico scientifica autorizzata.

Ultimo aggiornamento: 21/11/2020

Facebook Comments Box