Miele di Lavanda: proprietà e benefici

    Miele di Lavanda: proprietà e benefici

    Miele di Lavanda: proprietà e benefici

    Il miele di lavanda è un prodotto molto rinomato e particolare, non facile da trovare poiché per produrlo sono necessarie ampie distese di campi coltivati con la lavanda. La varietà tradizionale è coltivata in Spagna e Francia, dove le piante fioriscono tra giugno e settembre. Nel nostro paese viene prodotto invece il miele di lavanda selvatica solo nella regione Sardegna, mentre la lavanda vera e propria viene coltivata sulle Alpi Marittime a confine tra Francia, Liguria e Piemonte. Ecco tutte le sue caratteristiche, le proprietà e i benefici per il nostro organismo.

    Miele di lavanda benefici e proprieta

    Le proprietà del miele di lavanda

    Questo prodotto possiede proprietà che derivano direttamente dalla pianta di Lavanda. Infatti, possiede proprietà calmanti e rilassanti molto indicate per il sistema nervoso. Funge da antidolorifico naturale ed è indicato contro l’ansia, l’insonnia e le vertigini. Tra le proprietà più importanti del miele di lavanda si annoverano quindi le seguenti: proprietà cicatrizzante, proprietà antinfiammatoria, proprietà disinfettante, proprietà antisettica, proprietà antispasmodiche e proprietà digestive. Contiene, inoltre, molto ferro e manganese e ha un forte potere curativo nei confronti delle ferite.

    I benefici del miele di lavanda

    Grazie alle sue numerose proprietà questo prodotto può essere utilizzato contro diversi disturbi del nostro organismo. Le proprietà antinfiammatorie e disinfettanti, ad esempio, risultano molto utili contro le principali malattie da raffreddamento come tosse, mal di gola, febbre, influenza e congestione nasale e, più in generale, per le affezioni dell’apparato respiratorio e del cavo orale. La proprietà digestiva è utile per lo stomaco e aiuta combattere gli episodi di reflusso gastroesofageo. Grazie al contenuto di ferro e manganese è indicato per le persone che soffrono di anemia, mentre le sue proprietà antisettiche, disinfettanti e battericide ne fanno un ottimo prodotto per ripulire le ferite da eventuali agenti patogeni, infatti, ha anche un effetto cicatrizzante. Nella cosmesi viene adoperato per produrre maschere per il viso dall’effetto rivitalizzante.

    Come utilizzarlo

    In primo luogo è necessario ricordare che non dovrebbe mai essere cotto in quanto si rischia di perdere le sue qualità e le sue preziose proprietà. Con l’applicazione di impacchi può essere utilizzato per le piccole ferite grazie alla sua azione cicatrizzante oppure come antidolorifico e antiprurito contro le punture di insetti. In cucina si consuma spesso abbinandolo alla frutta oppure a formaggi dal sapore intenso come il pecorino sardo, siciliano o il Montasio. In ogni caso, per evitare problemi si consiglia di consultare uno specialista prima di inserirlo nel proprio regime alimentare.

    In alternativa, un altro ottimo miele da testare per le sue particolari proprietà benefiche è il miele rosato.

    * Il contenuto riportato è di carattere orientativo a fini informativi: non sostituisce diagnosi e trattamenti medici. Non deve essere utilizzato per prendere decisioni in merito ad assunzione o sospensione di terapie farmacologiche e non può sostituire il parere di un professionista afferente a qualsiasi disciplina medico scientifica autorizzata.