Tisana zenzero e limone: come prepararla in estate

    Tisana zenzero e limone: come prepararla in estate

    Come preparare la tisana zenzero e limone in estate? La buonissima bevanda a base di zenzero e limone, due ingredienti naturali ricchi di tantissime proprietà che apportano molti benefici al nostro organismo, è molto buona per essere assaporata anche nella stagione più calda dell’anno, con un’inversione di tendenza rispetto alle stagioni più fredde: va bevuta fresca ed è tanto dissetante. Con ViviPuro raccontiamo molte curiosità nel nostro Speciale Zenzero, dove si possono leggere tante informazioni utili su questo ingrediente, dai rimedi naturali alle ricette… Scopriamo come assaporare la tisana zenzero e limone in estate, quando berla e come prepararla.

    Anche in estate si può bere questa buonissima tisana, sempre al mattino, non più calda, ma tiepida, circa 30 minuti prima di fare colazione, per ritrovare l’equilibrio quotidiano. Oppure, se si cerca una bevanda dissetante e al tempo stesso naturale, si può degustare come bibita fresca da mettere in una borraccia per preservarne le proprietà, bevendola nell’arco della mattinata o nel pomeriggio. Meglio evitare l’esposizione al sole quando si assumono agrumi.

    => Segui la nostra pagina Facebook Rimedi Naturali per restare sempre aggiornato

    Come si prepara la tisana a base di zenzero e limone per l’estate: si mette a bollire dell’acqua in un pentolino, si spegne il fuoco, si mettono in infusione le fette di limone con la scorza e lo zenzero grattugiato. Si lasciano a riposo per 10 minuti e poi si filtra il tutto nella borraccia. Prima di metterla in frigo si mettono dentro delle fettine di limone e, se piace, anche delle foglioline di menta fresca.

    Photo Credit: Anastasia Isofatova / Shutterstock

    * Il contenuto riportato è di carattere orientativo a fini informativi: non sostituisce diagnosi e trattamenti medici. Non deve essere utilizzato per prendere decisioni in merito ad assunzione o sospensione di terapie farmacologiche e non può sostituire il parere di un professionista afferente a qualsiasi disciplina medico scientifica autorizzata.