Uva spina: la pianta e le sue proprietà benefiche

    Uva spina: la pianta e le sue proprietà benefiche

    Uva spina: la pianta e le sue proprietà benefiche

    L’uva spina, al di là del nome, non ha nulla a che fare con la classica uva da tavola che tutti conosciamo e con la quale si realizza anche il vino; l’uva spina è infatti il frutto della pianta denominata Ribes grussularia e che vanta numerosissime proprietà benefiche per il nostro organismo.

    Uva Spina (ribes grussularia)

    L’uva spina è un arbusto che può raggiungere al massimo i 2 metri di altezza e i rami sono dotati di spine molto robuste, lunghe anche 1 centimetro.

    Il frutto è sferico, leggermente oblungo, grande come una biglia di vetro, che può comunque ricordare un acino d’uva, per lucidità e sottigliezza della buccia esterna e consistenza della polpa. 

    Il sapore è buono, tra il dolciastro e il leggermente asprigno, con un colore che può variare dal verde, al giallo al violetto, a seconda della tipologia di pianta. Questi “chicchi” sono ottimi mangiati freschi oppure aggiunti ad esempio a dello yogurt bianco.

    La coltivazione dell’uva spina risale al 1700 circa; iniziata in Inghilterra si è poi ben presto espansa in tutta Europa, favorendo terreni profondi e ricchi di sostanze organiche, ma adattandosi anche a suoli più argillosi e calcarei. Necessita di un buon approvvigionamento idrico, soprattutto nel periodo della fioritura e della maturazione dei frutti.

    La pianta è molto sensibile allo oidio (mal bianco), che può essere contrastato spruzzando sulla piante del macerato di equiseto.

    Uva Spina: proprietà benefiche

    L’uva spina è un frutto ricchissimo di proprietà benefiche, derivanti dall’alto contenuto di polifenoli e vitamina C, e altri acidi organici importanti.

    Come abbiamo già sottolineato in precedenza, al di là del nome, ha pochissimo in comune con la classica “uva da tavola” (se non una leggera somiglianza con l’acino), e anche per quanto riguarda le proprietà benefiche, l’uva spina è maggiormente paragonabile ai frutti del sottobosco (ribes, fragole, more, mirtilli e lamponi).

    L’uva spina è un frutto con poche calorie (circa 40 Kcal per 100 grammi) e gli zuccheri che si trovano nella sua polpa possono essere tollerati, in dose non eccessive, anche da chi soffre di diabete.

    Le proprietà più importanti dell’uva spina sono:

    • stimolare le difese immunitarie dell’organismo;
    • proteggere da infiammazioni e infezioni;
    • disintossicare l’organismo (soprattutto dai metalli pesanti);
    • essere diuretica e antiossidante;
    • aiutare a riequilibrare le funzioni intestinali (leggermente lassativa);
    • essere altamente dissetante.

    Controindicazioni dell’uva spina: meglio non consumarla quando non ancora perfettamente matura in quanto il suo potere lassativo è superiore. Meglio non consumarla per nulla se si soffre di diverticolosi, in quanto la polpa contiene dei piccolissimi semi che possono depositarsi nei diverticoli e creare fastidio.

    Un ottimo modo di consumare uva spina è quello di berne un bicchiere di succo fresco al mattino.